Vicenda Razza : Oroglio Castelvetranese esprime il rammarico di aver avuto ragione sul discusso assessore

Redazione Prima Pagina Partanna
Redazione Prima Pagina Partanna
30 Marzo 2021 17:59
Vicenda Razza : Oroglio Castelvetranese esprime il rammarico di aver avuto ragione sul discusso assessore

Il comitato civico orgoglio castelvetranese belicino, si duole, con tutti gli incolpevoli cittadini siciliani, del metodo con cui l’assessorato regionale alla sanità ha gestito l’emergenza sanitaria covid 19. Non siamo tanto interessati alle vicende giudiziarie che, dopo “sorella sanità” che ha travolto il direttore generale dell’ASP di Trapani Fabio Damiani, nominato proprio dall’ex assessore Ruggero Razza, oggi coinvolge l’intero assessorato alla salute. Ci limitiamo a constatare che i soggetti, colpiti oggi da provvedimenti giudiziari per mala gestione epidemiologica, sono gli stessi che, nel mese scorso di febbraio 2021, non hanno voluto ricevere il Prefetto di Trapani che aveva chiesto di incontrare Razza per consegnargli un documento, approvato dai Sindaci della Valle del Belìce, dalla CGIL e dal Comitato Orgoglio Castelvetranese e Belicino, accampando urgenti attività emergenziali Covid a cui stava lavorando l’assessorato, tanto da non potersi occupare dell’ospedale del Belice o di ricevere un Prefetto.

Ci auguriamo che le risposte vengano dall’indagine giudiziaria che dovrà far conoscere ai cittadini siciliani la verità sui giochi di potere politico attuati sulla pelle e sulla salute dei siciliani.  Ci spiace molto che un presidente di grande esperienza politica, come il catanese Musumeci, sia stato ingannato nei dati Covid dal suo fido delfino politico, catanese pur esso, Ruggero Razza; ma crediamo che dovrà assicurare un cambio di passo serio e responsabile nella nuova sanità regionale, attraverso l’impegno della rimodulazione totale del Piano territoriale Razza e dell’Atto aziendale Damiani, affidando il compito a una vera e propria commissione parlamentare d’inchiesta che fermi lo scempio di un intervento assessoriale distruttivo e scellerato, oggi smascherato dalle indagini giudiziarie.

Dopo quasi tre anni di lotta dura e incisiva, nell’insensibilità degli organi politici e dirigenziali regionali sulle sorti segnate dell’ospedale del Belice, chiediamo a gran voce che finalmente si definiscano passi politici conseguenti e si apra un confronto fattivo con gli uomini di Orgoglio Castelvetranese Belicino, per il bene della salute di tutti i siciliani.   Comunicato Stampa Orgoglio castelvetranese belicino

In evidenza
Ti potrebbe interessare