Trapani, Fabio Bottino è il nuovo Comandante provinciale dei Carabinieri

Questa mattina la presentazione. E' alla terza esperienza in Sicilia.

Mirko
Mirko Ditta
13 Settembre 2021 15:13
Trapani, Fabio Bottino è il nuovo Comandante provinciale dei Carabinieri

Si è presentato stamane alla stampa il nuovo Comandante provinciale dei Carabinieri, il Colonnello Fabio Bottino, che succede al Colonnello Gianluca Vitagliano. Alla presentazione, svolta presso il Comando di Trapani sito in via Orlandini, hanno partecipato anche il tenente colonnello Andrea Pagliaro,comandante del reparto operativo e il tenente Gennaro Vitagliano, neo comandante del nucleo operativo radiomobile di Trapani.

Per Bottino non si tratta della prima esperienza siciliana: tra tre giorni compirà 54 anni, nel 1997 è a Catania presso la Sezione Anticrimine del ROS, dove rimane per circa 9 anni. Numerosissime le operazioni di servizio portate a termine nel contrasto della criminalità mafiosa. Dal 2008 al 2015, nella seconda esperienza siciliana, è al comando della Sezione Anticrimine di Palermo. I successi investigativi contro la criminalità organizzata giungono sin dall’inizio dell’attività, quando da tenente, al suo primo incarico operativo territoriale come Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile di Locri, contribuisce all’arresto di pericolosi latitanti.

Condizione che si ripete nel 2006 quando è chiamato a ricoprire l’incarico di Comandante presso la Sezione Anticrimine del ROS di Lecce. Dal 2015 al 2021, assume prestigiosi incarichi presso il Raggruppamento Operativo Speciale di Roma, dedicando particolare attenzione alle indagini sulla criminalità mafiosa trapanese: «La mia precedente esperienza in reparti investigativi di eccellenza nell’Arma dei Carabinieri, soprattutto l’impegno che ho profuso in provincia di Trapani, mi consente di avere una buona conoscenza della realtà operativa e della criminalità organizzata sicuramente di livello», dichiara Bottino.

«Il mio attuale incarico di Comandante provinciale dei Carabinieri di Trapani mi porterà ad avere un’attenzione a 360° gradi su tutte quelle che sono le emergenze e le istanze della cittadinanza di questa splendida provincia di cui sono veramente onorato di comandarne i Carabinieri. Proseguirò – aggiunge -l’azione di comando sul solco di quelle che sono state le direttive dei miei predecessori, quindi un’Arma sempre più vicina alla gente, alle necessità dei cittadini cercando di dare una risposta alle esigenze più sentite a partire dai paesi più piccoli fino ad arrivare ai grandi centri della provincia. Assicuriamo la nostra vicinanza ai cittadini e cercheremo di risolvere quei problemi che ci vengono esposti con un’azione corale, di sinergia con le altre specialità dell’Arma dei Carabinieri in un quadro di maggiore disponibilità alla città».

In evidenza