Mazara. Quinto appuntamento con il "Teatro di Paglia 2021"

Nell’anfiteatro all’aperto del suggestivo Parco di Miragliano andrà in scena "IL CIRCO DELLE PULCI"

Redazione Prima Pagina Partanna
Redazione Prima Pagina Partanna
28 Luglio 2021 09:52
Mazara. Quinto appuntamento con il

Venerdì 30 Luglio, alle ore 21:00, presso il Parco di Miragliano - Giardino dell'Emiro, in via Nicolò Scaduto n. 1, a Mazara del Vallo, si terrà il quinto appuntamento del “Festival del Teatro di Paglia ”2021”, giunto quest’anno alla sua IV° edizione. Una rassegna teatrale dedicata ai bambini e alle famiglie, a cura di Solidarietà e Azione e con la direzione artistica di Fiorenza Dado. La manifestazione è inserita nella rete dei Teatri di Paglia e nel programma degli eventi “Estate Mazarese 2021” del Comune di Mazara del Vallo.

Nell’anfiteatro all’aperto del suggestivo Parco di Miragliano - Giardino dell'Emiro andrà in scena "IL CIRCO DELLE PULCI del proff...BUSTRIC", di e con Sergio Bini, con la Compagnia Bustric di Firenze.Sergio Bini, in arte Bustric, è attore e fantasista. Lavora per il teatro, per la televisione e per il cinema. Il suo lavoro più celebre nel mondo del cinema resta "La vita è bella" di Roberto Benigni, dove interpreta Ferruccio Papini, il miglior amico di Guido.

Grazie a questo film è candidato come Miglior attore non protagonista al David di Donatello 1998 e anche, con l'intero cast del film, allo Screen Actors Guild Award per il miglior cast cinematografico. Con "La compagnia Bustric" scrive e interpreta spettacoli che mette in scena usando varie tecniche: dal gioco di prestigio, alla pantomima, al canto e alla recitazione. Con i suoi spettacoli è stato in molti paesi Europei, in Africa e in America,recitando in italiano, inglese e francese.TramaLa pulce è un animale assai piccolo e spesso invisibile, quale occasione migliore per creare un Circo Magico, fatto d’illusione e realtà, immaginario e immaginato.

Esso è una metafora straordinaria per raccontare l’impossibile: “Se le pulci esistono è incredibile, ma se non esistono lo è ancor di più!” Un gioco comico di sorprese e meraviglie, magia, pantomima, giocoleria, senza mai perdere la leggerezza ed il senso dell’assurdo in cui volontariamente il pubblico si trova e vive. Un viaggio giocoso e divertente in tutto quanto esiste e non si vede, fino alla scoperta finale che forse per essere a pieno se stessi si deve imparare a non essere.Ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

Apertura al pubblico 45 minuti prima dell'inizio dello spettacolo.IMPORTANTE! Nell'impossibilità di procedere per prenotazioni, considerata la straordinaria partecipazione di pubblico presente all'ultimo appuntamento del Festival del Teatro di Paglia che non ha consentito a tutti di poter assistere allo spettacolo, Vi informiamo che oltre all'ampliamento del teatro abbiamo predisposto una lista limitata di posti riservati a chiunque abbia motivate esigenze. Pertanto invitiamo chi ne avesse bisogno a contattarci ai numeri telefonici che trovate in locandina.Il progetto “E se diventi farfalla” è finanziato dal Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile nato da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo.

Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD.“E se diventi Farfalla” è un progetto nazionale che mette insieme 9 Regioni italiane (Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sicilia, Veneto, Basilicata, Toscana) impegnate a contrastare il disagio e le povertà educative puntando sulla creatività come risorsa e come volano di crescita culturale per 140.000 bambini e bambine in tutta Italia.

Ente capofila è la cooperativa Zaffiria di Rimini. Solidarietà e Azione è uno dei partner siciliani della rete nazionale ed è la realtà attraverso la quale il progetto arriva a Mazara.

Foto gallery
In evidenza