Marettimo, al via il concorso di corti e documentari "Egadi d'amare"

Il Festival è in programma dal 20 al 24 Luglio. La giuria è composta, tra gli altri, da Michele Placido e Gigi Marzullo.

Redazione Prima Pagina Partanna
Redazione Prima Pagina Partanna
07 Giugno 2021 10:25
Marettimo, al via il concorso di corti e documentari

Si chiama “Egadi d’Amare” il concorso di cortometraggi e documentari organizzato dall’associazione culturale Solemar Eventi nell’ambito della seconda edizione del Marettimo Italian Film Fest, il festival dedicato al cinema italiano e al mare che si svolgerà sull’isola di Marettimo dal 20 al 24 luglio prossimi. Il concorso intende valorizzare corti e documentari sia italiani che stranieri che raccontino aspetti di vita naturalistica e sociale delle isole Egadi. Si articola in diverse sezioni : Marettimo, Favignana, Levanzo e Formica per promuovere tutte le bellezze dell’arcipelago.

«L’intento – spiega Cettina Spataro, presidente dell’associazione culturale Solemar Eventi - è quello di mettere al centro il territorio delle isole Egadi e il rispetto dell’ambiente, tema caro al nostro festival. Nello stesso tempo il concorso vuole essere un palcoscenico per l’arcipelago che, grazie alle sue caratteristiche naturali, alla luce, la storia e la bellezza del suo territorio, si candida ad essere set cinematografico per la realizzazione di film e fiction.

Per partecipare al concorso c’è tempo fino al 30 giugno. I vincitori – selezionati da una giuria tecnica, composta da artisti, esperti, operatori e personaggi attinenti all’ambito dell’audiovisivo e dello spettacolo – verranno premiati sabato 24 luglio nell’ambito della serata di punta del festival. Il bando di concorso e le modalità di partecipazione si trovano sul sito www.marettimoitalianfilmfest.com

Il festival vedrà protagonista il cinema, con le proiezioni di documentari, film e cortometraggi a cielo aperto dedicati al mare e alla valorizzazione dell'ambiente marino, tra cui anche 9 produzioni messe a disposizione dal National Geographic, ma in programma ci sono anche appuntamenti culturali dedicati all'ambiente e alla tutela del mare. La direzione artistica è di Pupi Avati. Momento centrale dell'evento l'assegnazione del Premio Stella Maris, assegnato ai lungometraggi, ai cortometraggi e ai documentari di produzione italiana che raccontano il mare in ogni sua sfaccettatura, ma anche agli attori più votati.

A giudicare le produzioni sarà una giuria tecnica presieduta da Luciano Sovena, produttore cinematografico ed ex presidente di Lazio Film Commission. La giuria è composta da Michele Placido, Fabrizio Romano, Nicoletta Romanoff, Ester Pantano, Federica Luna Vincenti e Gigi Marzullo. La serata di premiazione sarà condotta dall'attrice e conduttrice televisiva Giulia Arena, ex miss Italia 2013.

Madrina della serata sarà Martina Sambucini, miss Italia 2020. 

In evidenza