Al via le riprese di Màkari 2: Castellammare ancora protagonista nel sequel

La tonnara di Scopello, con terrazza mozzafiato sui faraglioni, torna ad essere il ristorante “da Marilù”.

Redazione Prima Pagina Partanna
Redazione Prima Pagina Partanna
04 Novembre 2021 11:35
Al via le riprese di Màkari 2: Castellammare ancora protagonista nel sequel

La tonnara di Scopello, con una terrazza dallo sfondo mozzafiato sui faraglioni, torna ad essere il ristorante “da Marilù”: al via le riprese della seconda serie di Màkari, fiction andata in onda da marzo scorso in quattro prime serate su Rai1 con notevolissimo riscontro di spettatori.

La tonnara di Scopello, a Castellammare del Golfo, ancora protagonista nel sequel della fiction televisiva: sono in corso le riprese della produzione, supportata dalla Trapani film commission, ed alcune scene della seconda stagione della fortunata serie saranno girate anche sulla strada statale che da Castellammare del Golfo conduce al borgo di Scopello.

La serie tv tratta dalle opere del giornalista e scrittore Gaetano Savatteri, era stata già girata lo scorso anno in più località del territorio castellammarese come Scopello, la riserva dello Zingaro e la cala marina.

Màkari, realizzata in collaborazione con Rai Fiction, è prodotta da Carlo Degli Esposti per Palomar, casa di produzione cinematografica e televisiva di serie di successo come il “Commissario Montalbano”, dove già Castellammare aveva fatto da sfondo in più puntate.

Anche in questa seconda serie della fiction la regia è di Michele Soavi ed il protagonista è il noto attore palermitano Claudio Gioè che interpreta il giornalista Saverio Lamanna, Domenico Centamore è invece Peppe Piccionello ed Ester Pantano interpreta Suleima. La sceneggiatura è curata da Francesco Bruni.

«Castellammare del Golfo con i suoi inconfondibili e spettacolari scenari naturali, da anni è scelta da tantissime produzioni per le riprese di fiction tv, documentari, film, cortometraggi e spot pubblicitari. Ne siamo orgogliosi e lieti e ringraziamo ancora una volta tutte le produzioni che continuano a scegliere il nostro territorio – afferma il sindaco Nicolò Rizzo- e che accogliamo sempre con ospitalità, disponibilità ed entusiasmo.

Proprio per questo di recente il consiglio comunale ha votato un atto di indirizzo sull’istituzione dell’ufficio comunale del cinema (Ucc) denominato “Cinemare del Golfo” perché investire nella promozione e nello sviluppo del comparto cinematografico e dell’audiovisivo può contribuire a sostenere l’economia locale e valorizzare anche il territorio in chiave turistica».

Castellammare con i suoi caratteristici scorci e paesaggi tra mare e montagna, si conferma luogo ideale per le riprese cinematografiche e televisive di produzioni nazionali ed estere. La perla del trapanese negli ultimi mesi è stata trasformata in un set a cielo aperto da più produzioni conquistando un posto da protagonista in vari film girati nei mesi scorsi:

“Indiana Jones 5” prodotto dalla Walt Disney, “Un Mondo Sotto Social” per la regia del duo comico “I soldi spicci” prodotto da Attilio De Razza che sarà distribuito nel 2022 da Medusa; per Amazon la Indigo film ha scelto la frazione di Balata di Baida ed il castello per le riprese della serie tv “The bad guy”: con Luigi Lo Cascio e Claudia Pandolfi per la regia di Giuseppe Stasi e Giancarlo Fontana in esclusiva su Prime Video in Italia. In estate il Comune ha concesso il patrocinio alla società Groenlandia s.r.l., per le riprese del film con il noto attore Aldo Baglio “Una boccata d'aria”, per la regia di Alessio Lauria. Poco prima Ficarra e Picone, per conto della Tramp limited, avevano registrato alcune scene della fiction NetflixIncastrati” .

In evidenza