Vita, Si rompe il mignolo mentre lavorava nel cantiere pubblico. Risarcito

La caduta, avvenuta mentre lavorava in un cantiere, ha causato la rottura del mignolo

Valentina
Valentina Mirto
14 Maggio 2021 10:53
Vita, Si rompe il mignolo mentre lavorava nel cantiere pubblico. Risarcito

Vita. Durante l’ultima seduta del consesso civico il Consiglio comunale ha riconosciuto un debito fuori bilancio riguardante la sentenza emessa dal Tribunale di Marsala, lo scorso 3 febbraio.

In tale occasione il Comune di Vita e quello di Mazara del Vallo erano stati citati in giudizio dal signor B. S. F., nel 2018, a causa dell’incidente avvenuto durante lo svolgimento dei lavori di pubblica utilità, essendo stato inserito nel progetto “Insieme con dignità” (comune capofila Mazara del Vallo e di cui il Comune di Vita faceva parte). Incidente che, dopo la rovinosa caduta a terra, ha provocato lo schiacciamento del mignolo della mano sinistra.

Entrambi i Comuni hanno riconosciuto indirettamente la propria responsabilità, avendo denunciato l'accaduto alla società di assicurazione Unipolsai, la quale, dopo averlo sottoposto a visita medica il signor B. S. F gli riconosceva un’invalidità permanente del 5 per cento, versandogli la corrispondente somma di 3 mila euro.

Il Tribunale di Marsala ha quindi condannato il Comune di Vita a versare in favore dell'Unipolsai la somma di 1.005 euro, per le spese sostenute. 

In evidenza