Proverbi siciliani: lu massaru

Continua la rubrica curata da Giovanni Buscaglia con un proverbio sul lavoro

Redazione Prima Pagina Partanna
Redazione Prima Pagina Partanna
23 Novembre 2021 09:00
Proverbi siciliani: lu massaru

A lu massaru un ci manca travagghiu, a lu lagnusu un ci mancanu calunii. 

Al massaio non gli manca il lavoro, al fannullone non gli mancano le scuse.

Il massaio è colui che lavora la terra, che supera tutti i contrattempi e non si sofferma su: “questo non mi tocca, questo non lo faccio, questo non mi compete, questo non mi piace…”. Sa che lo deve fare e lo fa. Al momento opportuno si sbraccia, rimboccandosi le maniche per trovare soluzioni e superare gli ostacoli che si presentano nel suo percorso e sicuramente non si scoraggia se deve ricominciare daccapo un lavoro andato a male o che non ha dato il risultato sperato. È una persona costantemente in movimento, che non conosce la disoccupazione e la responsabilità per gli impegni presi, lo spingono sempre ad affrontare e a superare le fatiche e le difficoltà che ne derivano dal duro lavoro.

Al contrario, il fannullone è colui il quale trova scuse per non lavorare e non fare il suo dovere, che vive di espedienti e rimanda sempre a dopo quello che potrebbe fare subito, rimando che presuppone inadempienza con l’intento a non compiere e non portare a termine le consegne che le sono state affidate e le attività che avrebbe dovuto fare. È una persona non affidabile che scarica ad altri le proprie responsabilità e delega i suoi doveri, trovando comodo nascondersi sempre dietro un “non mi tocca”, “non mi compete”, “passa più tardi”, “ora non ho tempo…”.

Il concetto, chiaramente è estensibile in tutti i settori, a tutte le età ed in ogni tempo.

In evidenza