Partanna e Castelvetrano, reati contro il patrimonio: 2 arresti e una denuncia

Allacci abusivi alla rete elettrica pubblica, ed un presunto responsabile del furto di un telefono cellulare.

Redazione Prima Pagina Partanna
Redazione Prima Pagina Partanna
19 Novembre 2021 12:02
Partanna e Castelvetrano, reati contro il patrimonio: 2 arresti e una denuncia

I Carabinieri della Compagnia di Castelvetrano, a conclusione di attività investigative finalizzate al contrasto dei reati contro il patrimonio, hanno arrestato 2 persone e denunciato una terza per il reato di furto aggravato.

In particolare, i Carabinieri della Stazione di Partanna, nel corso di mirati controlli svolti con il supporto tecnico di personale della società Enel Distribuzione, hanno riscontrato la presenza di due allacci abusivi alla rete elettrica pubblica, ricavati tramite manomissione dei contatori. Per tale motivo, hanno proceduto all’arresto di due persone, un tunisino di 66 anni e un partannese di 59, ritenuti responsabili del furto aggravato di un quantitativo di energia ancora in corso di misurazione. Entrambi gli arresti sono stati convalidati dalla competente Autorità Giudiziaria.

In Castelvetrano, i Carabinieri della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà un 37enne già sottoposto agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico per pregressi reati di tipo predatorio.

L’uomo è stato identificato dai Carabinieri quale presunto responsabile del furto di un telefono cellulare che si trovava all’interno di un autovettura parcheggiata sulla pubblica via. Tale azione criminosa è stata messa in atto dal 37enne durante uno dei permessi di cui lo stesso può beneficiare.

Comunicato stampa

In evidenza