Meteorite attraversa la Sicilia, il racconto di una cittadina mazarese

Tante le segnalazioni. Frammenti avvistati nell’agrigentino. Interviene l’astrofisico Carmelo Falco

Redazione Prima Pagina Partanna
Redazione Prima Pagina Partanna
12 Novembre 2021 16:50
Meteorite attraversa la Sicilia, il racconto di una cittadina mazarese

Ha destato molto clamore il meteorite che nella prima serata di ieri ha attraversato la Sicilia. Molti cittadini, da est a ovest dell’Isola, hanno potuto ammirare all’eccezionale evento. Anche a Mazara del Vallo ci sono stati cittadini che hanno assistito al fenomeno con un misto di stupore e preoccupazione.

Ci ha contattato una nostra lettrice, Giusy Tancredi, la quale ci ha raccontato la sua esperienza. “Erano circa le 17,40 e stavo percorrendo la via Australia (zona Tonnarella) in direzione Petrosino. Il cielo era bellissimo, pensavo di accostare l’auto e scattare la foto a quel tramonto. Ad un certo punto qualcosa ha catturato la mia attenzione, quasi immobilizzandomi, ho visto una scia luminosa attraversare il cielo in diagonale in direzione del mare, nell’areale fra Capo Feto ed il Biscione. Ho avuto i brividi. Il fenomeno, istintivamente ho contato i secondi, è durato 7”. Anche un altro amico mio ha notato lo stesso fenomeno allertando la Capitaneria di Porto”.

Come dicevamo tante le segnalazioni di siciliani attratti da quella scia luminosa di colore bianco/verde ha solcato il cielo. L’ha immortalata il responsabile dell’Associazione ambientalista Mareamico di Agrigento, Claudio Lombardo. Dalle parti di Agrigento, dicono di aver visto dei frammenti per terra nei pressi del viadotto Himera, subito dopo l’uscita della città. Sulla vicenda è intervenuto anche il noto astrofisico siciliano Carmelo Falco (40enne di Racalmuto, ricercatore del centro Internazionale per le scienze astronomiche Gal Hassin di Isnello, già insignito dall’Unione Astronomica Internazionale), che ha invitato chi avesse effettuato il ritrovamento a contattarlo urgentemente vista l’importanza scientifica.

L’Astrofisico ha avvertito che in questi casi è segnare la posizione ma non toccare i frammenti. “Arriverò io a raccoglierlo con le dovute precauzioni –ha sottolineato- allertando i colleghi dell’Istituto Nazionale di Astrofisica e il sistema di allerta meteoriti Prisma”.

Francesco Mezzapelle 

In evidenza