Marsala, “Ricami senza tempo V”, il 3 settembre “Fili e maioliche di Sicilia”

L'iniziativa sarà dedicata alle donne afghane

Redazione Prima Pagina Partanna
Redazione Prima Pagina Partanna
01 Settembre 2021 11:44
Marsala, “Ricami senza tempo V”, il 3 settembre “Fili e maioliche di Sicilia”

L’iniziativa dell’associazione “RiscopriAmo il Ricamo” si terrà il prossimo 3 settembre alle ore 17,30 in via L. Anselmi Correale e accoglierà una mostra di ricami, un laboratorio all’aperto di ricamo e di ceramica e altre artigiane, che realizzano borse e gioielli artigianali. Evento in collaborazione con la Corporazione delle Arti, avrà anche uno scopo simbolico: mani di donne per le donne afghane. Dalla creatività il sostegno per la parità di genere

Mostra ed estemporanea di ricamo, laboratorio all’aperto di ceramica e collaborazioni con artigiane nuove. Sono questi gli ingredienti della seconda giornata di “Ricami senza tempo V”, dal titolo: “Fili e maioliche di Sicilia”. Dopo il successo della prima giornata, tenutasi il 16 luglio, l’evento organizzato dall’associazione RiscopriAmo il ricamo presieduta da Francesca Genna insieme al Laboratorio di Ceramiche De Pasquale della ceramista Enza Di Girolamo continua il 3 settembre allo scopo di valorizzare la creatività delle donne e al tempo stesso esprimere vicinanza e sostegno nei confronti delle donne afghane.L’appuntamento è per il prossimo 3 settembre nell’antico cortile che di apre su via Ludovico Anselmi Correale, nel cuore del centro storico di Marsala, proprio accanto al complesso monumentale San Pietro, alle ore 17,30.Il cortile, che dà accesso al laboratorio di ceramiche De Pasquale, accoglierà esposizioni di ricami, ma sarà anche un’estemporanea di ricamo, grazie alla presenza delle signore componenti dell’associazione “RiscopriAmo il ricamo” e darà modo agli intervenuti di potersi cimentare con ago e filo.

Chi vorrà infatti potrà essere guidato a muovere i primi passi dell’arte del ricamo proprio da Francesca Genna, maestra d’arte. E lo stesso si potrà fare, con colori e pennelli per dipingere sulle ceramiche.Novità la presenza di altre due artigiane: Rosa Mangogna, creatrice di borse all’uncinetto, e Anna Vinci, maga dei gioielli in pasta di sale. Entrambe, a partire da ottobre, avvieranno una collaborazione con l’associazione “RiscopriAmo il ricamo” per dar vita a dei corsi per avviare le socie in queste nuove arti manuali.L’evento si svolgerà in collaborazione con la Corporazione delle Arti presieduta da Adriana Armanni, che ha sedi in molte parti d’Italia.

La Corporazione si ispira alle corporazioni delle arti e mestieri, associazioni create a partire dal XII secolo in molte città europee per regolamentare e tutelare le attività degli appartenenti ad una stessa categoria professionale. La versione moderna che riguarda le arti di filo punta a riunire le maestre nelle arti di filo e tutelarne la sapienza e la professionalità.

NOTA STAMPA

In evidenza